martedì 3 aprile 2007

Keep on riding!


E' scoppiata la primavera con i suoi colori e profumi! Tra gli altri l'odore che adoravo di piu', prima di bruciare i ricettori olfattivi con i vapori della trielina, era quello della prima miscela grassa bruciata dalla Lambretta dopo l'inattivita' invernale. E con la primavera torna l'eccitazione per gli scooter run e i raduni vari.
Che botta di adrenalina al cervello e' sempre stata per me l'odore della miscela frammisto a quelli della stagione nuova! Certamente in grado di attutire l'amarezza per il rincaro dell'assicurazione o per le minacciose prospettive di fermo totale per i motoveicoli euro 0, come il mio. Parliamone. Per quanto riguarda le assicurazioni qualcosa si sta muovendo; AXA per esempio offre la polizza AUTOMETRICA, sottotitolo VORREI PAGARE SOLO QUANDO GUIDO. Lodevole, ma un po' complicata per uno scooter poiche' prevede l'installazione di un dispositivo satellitare (gratuito) e comunque il pagamento di un canone fisso per l'accesso ai servizi OCTOTelematics. Non era piu' semplice prevedere una polizza economica a chilometraggio limitato? Esempio, dopo mille chilometri scade e se ti beccano sei fuorilegge. Certo, l'occasione fa l'uomo ladro e i contachilometri si possono alterare. Poi c'e' GENERTEL che ricorda ai suoi clienti la possibilita' di sospendere e riattivare la polizza quando serve, minimo un mese massimo un anno, ma solo la prima volta e' gratis, purtroppo! E vabbe', ormai viene chiesto a tutti il sacrificio di contribuire alla epica battaglia per un mondo piu' pulito; anche lasciando a casa i veicoli euro 0 (magari necessari, a chi non puo' permettersi di meglio, per recarsi al lavoro). Ma quelli sottozero? Quelli con piu' di trent'anni, dal grande valore affettivo per chi li possiede? Quanti saranno mai? E quanti chilometri volete mai che brucino in un anno? 100, 500, 1000? Non voglio esagerare. Questa della rottamazione dell'euro zero e' una iniziativa che non mi convince. Soprattutto per l'aumento del divario sociale che crea (tra l'altro, provate a chiedere a un'agenzia il costo delle pratiche) e poi perche' non mi pare giusto che si debba pagare per chi, ancora oggi e al servizio di un certo sistema economico e politico, frena sull'introduzione di tecnologie alternative al petrolio.

2 commenti:

opy ha detto...

accidenti,
mi hai quasi commosso parlando di profumi e ricordi.
Non conosco precisamente la fragranza "eau de miscelle" ma deve essere proprio suggestiva, se unita a quella dell'erba tagliata e delle margherite ti rievoca cotanta eccitazione...
poi il braccino corto prevale, soprattutto quando deve lasciare la frizione per tirar fuori il portafoglio...
Ma su, paga queste 4 lire...conviene circolare il piu possibile ora, prima che si accorgano tutti che il dolce frastuono delle Lambretta è ormai fuorilegge!

ciao
Opy

luca ha detto...

Ciao Frank volevo augurarvi buona pasqua. Ciao Luca